Crea sito

Morti di fame due fratelli “liguri ” pur avendo alcuni risparmi da parte, abitavano in uno scantinato

“I due fratelli – si legge nella nota – erano stati accolti nell’appartamento perché, pur avendo alcuni risparmi da parte, abitavano in uno scantinato.

Una terribile e tragica notizia si legge su ANSA.IT
Si sa che i Liguri sono tirchi, ma arrivare a morire di fame per non spendere..mi sembra eccessivo..!! A volte alcuni individui l’essere avaro diventa una vera e propria malattia…Per poi non parlare della solitudine logicamente..

Non sappiamo se è proprio per questo motivo, comunque è triste ugualmente..

ECCO IL TESTO ORIGINALE COPIATO E INCOLLATO:
I cadaveri di due anziani fratelli, lui di 68 anni e lei di 60, sono stati trovati stamani in un alloggio della Caritas nel quartiere di Albaro, a Genova. Secondo una prima ricognizione esterna dei corpi effettuata dal medico legale i due sarebbero morti una settimana fa probabilmente di inedia. Sulla vicenda indaga la polizia su delega del pm Federico Manotti. Durante la perquisizione sono stati trovati un libretto postale con 15 mila euro, un portafogli con circa 400 euro e un barattolo di proteine in polvere. Sul posto la Scientifica. Il pm ha aperto un fascicolo per omicidio colposo e delegato alle indagini la squadra mobile. Il magistrato vuol capire se i due sono stati abbandonati alla loro sorte, se dovessero essere costantemente seguiti e aiutati.

I due si chiamavano Franco e Renata Ricciardi ed erano genovesi. Secondo quanto appreso, la donna è stata trovata sdraiata a letto mentre il cadavere del fratello era a terra. Il medico legale, che ha escluso ferite esterne, ha constatato l’eccessiva magrezza dei due corpi che erano già in avanzato stato di decomposizione.

Nell’appartamento occupato dai fratelli nessun segno di effrazione. In cucina c’era un frigorifero che è stato trovato completamente vuoto. Franco e Renata Ricciardi erano seguiti dai servizi sociali territoriali, dalla Salute Mentale e dai Centri di Ascolto. Lo comunica la Caritas diocesana in una nota. “I due fratelli – si legge nella nota – erano stati accolti nell’appartamento perché, pur avendo alcuni risparmi da parte, abitavano in uno scantinato. Secondo quanto riferito dalla Caritas, l’ultimo contatto con i due sarebbe dovuto avvenire all’inizio di giugno per il pagamento delle utenze mensili. “Non essendosi presentati, gli operatori li hanno contattati senza ottenere risposta”. Oggi, preoccupati per il silenzio, hanno chiesto e ottenuto da Caritas Genova di poter entrare nell’appartamento. “La morte dei signori Ricciardi – conclude la nota – mette in luce il dramma della solitudine.

FONTE UFFICIALE ARTICOLO: http://www.ansa.it/liguria/notizie/2017/06/06/anziani-fratelli-muoiono-per-fame_e162029a-4605-450e-a9fd-25208e2c5b91.html

Facebook Comments

evidenziatoredelweb

Sono un blogger e non un giornalista...!! BLOGGER, altruista, gentile estroverso e contro ogni forma di male verso i deboli. amo la natura, gli animali e sono contro il nucleare... dimenticavo.."mi piacciono le belle donne" sono sincero perlomeno..

Ti potrebbe interessare anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.