Crea sito
L'Evidenziatore Del Web

Captato un segnale radio con caratteristiche davvero particolari e sembra proveniente dalla stella a noi più vicina.

1/ Questo è un ottimo articolo per capire cosa sta succedendo con il possibile candidato SETI da Proxima Centauri. In sintesi: c’è un segnale che ha passato una serie di test preliminari e che viene quindi considerato degno di ulteriori indagini.

2/ I dettagli dell’analisi non sono ancora pubblicati, ma la notizia è trapelata ieri in un articolo sul Guardian. Conosco i colleghi coinvolti nello studio e sono sicuro che stanno facendo le verifiche necessarie per capire l’origine del segnale, nel modo più rigoroso possibile.

3/ Il segnale, osservato nel 2019, sembra essere concentrato in una singola frequenza (982 MHz), caratteristica più tipica dei fenomeni artificiali che di quelli naturali. La cosa più probabile è che sia stato prodotto da attività umana non ancora identificata.

4/ La mia previsione è che la pubblicazione degli articoli con i risultati dello studio (nei primi mesi del 2021) lascerà la questione aperta, e ci vorranno altre osservazioni e analisi per capire come stanno le cose. Ad ogni modo, è una faccenda da seguire con attenzione.

5/ Quanto scommetterei sul fatto che proprio il sistema planetario più vicino al nostro ospiti una civiltà tecnologica? Al momento, nemmeno un euro. Ma sarei felice di sbagliarmi!

È stato captato un segnale radio con caratteristiche davvero particolari e sembra proveniente dalla stella a noi più vicina: Proxima Centauri. ✨

La notizia sta facendo rapidamente il giro del mondo, ma ovviamente ci andrà del tempo per analizzarla e visto che sicuramente leggerete/ascolterete inevitabili collegamenti di questa notizia con presunti segnali alieni va chiarito subito che:

🔴  gli alieni sono l’ultimissima delle possibilità 🙂

Non pensate di potervi sintonizzare su Radio Proxima Centauri 👽

Per ora sappiamo di non sapere 😛 non conosciamo fenomeni naturali che possano emettere il tipo di segnale ricevuto, ed aveva un frequenza (982 megahertz) non utilizzata per le trasmissioni dei satelliti e dei veicoli spaziali di fabbricazione umana. Questo non esclude attività umane o naturali che potrebbero aver generato questo segnale e ancora non sono state identificate, è successo in passato e succederà ancora in futuro. Si tratta sicuramente però di un “caso” interessante che merita attenzione.

Il rilevamento è stato effettuato da un progetto da 100 milioni di dollari chiamato Breakthrough Listen, guidato da Siemion e finanziato dal miliardario tecnologico Yuri Milner sotto l’egida di Milner’s Breakthrough Initiatives. L’obiettivo di questa impresa pluriennale, iniziata nel 2015 con un annuncio pubblico a cui hanno partecipato Stephen Hawking e altri luminari della scienza spaziale, è recuperare dati dai radiotelescopi di tutto il mondo per cercare nei cieli prove di civiltà tecnologicamente avanzate.

ps: Tutti i diritti di immagini e testo sono di Osservatorio sideralmente.

Per approfondire: https://twitter.com/amedeo_balbi/status/1340259532879085568

Pubblicato da evidenziatoredelweb

Sono un blogger e non un giornalista...!! BLOGGER, altruista, gentile estroverso e contro ogni forma di male verso i deboli. amo la natura, gli animali e sono contro il nucleare...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.